Impegni fondamentali

Siamo impegnati a valutare il nostro impatto e a concentrare i nostri sforzi nelle seguenti aree chiave.

Valutiamo la nostra catena di distribuzione per identificare i settori, i paesi e i problemi nei quali abbiamo le migliori possibilità di ridurre i rischi e avere un impatto positivo sui lavoratori. A tale scopo, utilizziamo dati interni ed esterni, nonché il contributo di esperti della materia, di gruppi della società civile e di organizzazioni non governative. Nel caso in cui dovessimo individuare un problema nella catena di distribuzione, interveniamo rapidamente, stabilendo la priorità delle soluzioni dal punto di vista dei lavoratori. Collaboriamo con partner di settore per evitare i problemi a livello di sistema e implementare dei programmi che garantiscano continui miglioramenti per i nostri fornitori e lavoratori.

Sicurezza sul luogo di lavoro
La sicurezza e la salute sul luogo di lavoro sono delle priorità per Amazon. Disponiamo di team a livello globale che stringono partnership con i fornitori per accrescere la consapevolezza dei lavoratori nei confronti delle problematiche relative alla sicurezza, promuovere la loro partecipazione alla cultura della sicurezza e incentivare iniziative focalizzate al benessere dei lavoratori, riguardanti le questioni che maggiormente li interessano.

I nostri fornitori sono tenuti a offrire ai lavoratori un ambiente di lavoro sicuro e salubre e devono come minimo attenersi alle leggi vigenti in materia di condizioni di lavoro. Inoltre, siamo costantemente impegnati nel miglioramento di queste aree chiave: (1) sicurezza sul lavoro, ivi compresi i sistemi di protezione dei macchinari e l’assicurazione che i fornitori continuino a individuare, valutare e controllare le mansioni usuranti, al fine di garantire che la salute e la sicurezza dei lavoratori non siano compromesse; (2) piani per la preparazione e la capacità di reazione alle emergenze e (3) infrastrutture igienico-sanitarie e alloggi, per cui, qualora le strutture residenziali siano messe a disposizione dai fornitori, siano sistemazioni pulite e sicure.

Portiamo avanti valutazioni delle condizioni di sicurezza dei fornitori in tutte le nostre relazioni commerciali, spesso più volte l’anno. Queste comprendono la valutazione delle protezioni, come la presenza di impianti antincendio adeguati, di dormitori e impianti igienici e di sistemi di sicurezza appropriati per i macchinari.

Chiediamo ai nostri fornitori di risolvere tali problemi prima di iniziare la produzione per Amazon. I risultati di controlli e valutazioni vengono esaminati con regolarità dai dirigenti dell’azienda appropriata, quindi con i fornitori vengono implementati dei piani d’azione correttivi, secondo necessità.

Libera scelta dell’occupazione
Non tolleriamo l’uso di lavoro coatto nella nostra catena di distribuzione. Il nostro Codice di comportamento dei fornitori vieta qualsiasi forma di lavoro coatto e di tratta di esseri umani, ivi compresi l’addebito ai lavoratori delle spese di assunzione, la detenzione del passaporto o dei documenti personali e la coercizione al lavoro mediante minacce di deportazione o di contatto delle autorità per l’immigrazione. Nel corso delle nostre indagini, verifichiamo la provenienza dei lavoratori vulnerabili e l’importo pagato come spese di assunzione. Qualora siano state pagate delle spese, imponiamo al fornitore di restituirle in toto ai lavoratori.

Collaboriamo con diversi enti a livello di industria per risolvere globalmente questi problemi e spingere a un cambiamento in tutto il settore occupazionale. Tali collaborazioni includono quelle con:

  • Tech Against Trafficking: Tech Against Trafficking è una coalizione di aziende tecnologiche che collaborano con esperti a livello mondiale per eradicare, tramite l’impiego della tecnologia, la tratta di esseri umani.
  • Global Business Coalition Against Trafficking (GBCAT): GBCAT è un’iniziativa collaborativa imprenditoriale volta a eliminare la tratta di esseri umani nelle operazioni aziendali globali.
  • Iniziativa per il lavoro responsabile: L’Iniziativa per il lavoro responsabile è un’iniziativa multisettoriale costituita da diversi soggetti dedicata ad assicurare il rispetto e l’incentivazione costanti, nella catena di distribuzione globale, dei diritti dei lavoratori vulnerabili al lavoro coatto.

Maggiori informazioni sul nostro approccio al lavoro coatto sono presenti nella nostra Dichiarazione sulla schiavitù moderna, a questo indirizzo: amzn. to/modern-slavery.

Pari opportunità per le donne
Occupazioni di qualità per le donne si traducono in un impatto positivo per la comunità. Siamo attivamente impegnati nel garantire i diritti delle donne in materia di salute, finanza e sviluppo professionale. Questo comporta una collaborazione con programmi riconosciuti a livello mondiale come Better Work e, nel 2019, l’avvio di un’iniziativa con il progetto HERproject™ di Business for Social Responsibility. Al momento, più di 8.000 donne nella nostra catena di distribuzione sono coinvolte nel progetto HERproject™ di BSR.

Equità dei salari
Collaboriamo strettamente con fornitori, partner commerciali e associazioni multilaterali per il monitoraggio e l’incentivazione di continui miglioramenti delle condizioni di lavoro, ivi comprese l’equità e la puntualità delle retribuzioni. In tutto il mondo disponiamo di team dedicati che lavorano direttamente con i fornitori per verificare e segnalare le performance sulla base di queste norme.

Ai nostri fornitori richiediamo di offrire retribuzioni in ottemperanza alle normative (ivi compresi straordinari e benefit), incoraggiandoli a valutare costantemente se i lavoratori ricevono un compenso adeguato a soddisfare le necessità personali e familiari.

Richiediamo a tutti i nostri fornitori idonei di aderire al programma Better Work. Lavorando con i fornitori e formando i lavoratori in merito ai propri diritti, Better Work aiuta i lavoratori a migliorare, nel corso del tempo, il proprio trattamento economico.

Protezione ambientale
Il nostro obiettivo è assicurarci che i nostri prodotti non causino all’ambiente danni non necessari e abbiano un impatto positivo su persone e comunità. Siamo membri della Coalizione per l’abbigliamento sostenibile (la Coalizione). La Coalizione è un gruppo di marchi, rivenditori, produttori, organizzazioni non governative, esperti del mondo accademico e organizzazioni governative a livello di settore che collabora per la riduzione, in tutto il mondo, dell’impatto ambientale e sociale dei prodotti.

Incoraggiamo i nostri fornitori private brand a valutare le proprie pratiche utilizzando l’indice Higgs della Coalizione. Siamo impegnati nel sostenere l’adozione di questa valutazione e nell’aiutare i nostri fornitori a comprendere il loro impatto ambientale.

Ultime notizie
Scopri in che modo abbiamo impiegato la nostra dimensione e cultura dell’innovazione per costruire un futuro sostenibile.
  • Emanuela Pieretto, assistente del General Manager nel centro di distribuzione Amazon di Passo Corese, racconta come i dipendenti del magazzino nel reatino hanno accolto l’iniziativa volta a sensibilizzare tutti sui temi della sostenibilità, del riciclo e della difesa dell’ambiente
  • Shipment Zero è la visione di Amazon per la carbon neutrality, con l’obiettivo di abbattere del 50% le emissioni di CO2 prodotte dalle nostre spedizioni entro il 2030.
  • In Amazon, ci impegniamo e investiamo nella sostenibilità perché è una vittoria assoluta e vantaggiosa per tutti. È positiva per gli affari, per il pianeta, per i clienti e per le comunità.
Ultime notizie
Scopri in che modo abbiamo impiegato la nostra dimensione e cultura dell’innovazione per costruire un futuro sostenibile.