Homepage
Persone
Diritti umani
Diritti umani
Amazon si impegna per assicurare che le persone e le comunità che sostengono la sua catena del valore siano trattate con dignità e rispetto, e ci adoperiamo per garantire che i prodotti e i servizi che offriamo siano realizzati rispettando i diritti umani riconosciuti a livello internazionale.

Diritti umani

Il nostro approccio ai diritti umani
Il nostro impegno e il nostro approccio sono basati sui principali standard e quadri internazionali sviluppati dalle Nazioni Unite (ONU) e dall'Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL). La nostra strategia per rispettare questi impegni nei confronti dei diritti umani prevede quattro pilastri: sviluppare politiche solide, includere i diritti umani come parte integrante del nostro business, affrontare il rischio attraverso processi di gestione definiti, essere trasparenti e coinvolgere gli stakeholder.
  • Politiche solide
    Le nostre azioni in questo campo si basano su politiche che si applicano a tutti gli aspetti del nostro business: dalle operazioni alla catena di distribuzione, alle comunità in cui operiamo. Con l'impegno di alzare continuamente l'asticella, nel 2019 abbiamo redatto il nostro impegno di lunga data nei confronti dei diritti umani sotto forma di Principi internazionali sui diritti umani di Amazon, che riflettono il fondamento di come noi integriamo il rispetto dei diritti umani in tutta la nostra attività.
  • Includere i diritti umani come parte integrante del nostro business
    Ci impegniamo a integrare le considerazioni sui diritti umani nei processi decisionali dell'azienda e nel nostro quadro di norme e governance. Questa governance è promossa dal Consiglio di Amministrazione di Amazon che nomina i comitati con il ruolo di supervisionare problematiche specifiche. Il Comitato per le Nomine e la Corporate Governance ha tra i suoi compiti quello di supervisionare la sostenibilità ambientale globale di Amazon, la responsabilità sociale d'impresa e le politiche, le pratiche e le iniziative di corporate governance. Il Leadership Development and Compensation Committee sovrintende le strategie e le politiche globali di gestione del capitale umano di Amazon. In quanto azienda internazionale, riconosciamo la responsabilità e l'opportunità che abbiamo di sensibilizzare i nostri dipendenti sulle questioni relative ai diritti umani. Nel 2020, abbiamo potenziato la nostra formazione sulla tratta di esseri umani e sul lavoro forzato per i dipendenti della rete logistica.
  • Processi di gestione del rischio
    Siamo impegnati a identificare, prevenire e attenuare gli effetti negativi sui diritti umani, e operiamo costantemente per migliorare il nostro approccio. In Amazon, ogni business impiega una serie di processi che ci aiutano a prendere in esame la nostra attività e a prendere decisioni in vari momenti dello sviluppo dei prodotti e durante le nostre attività quotidiane. I team di responsabilità sociale esaminano le prestazioni e l'impatto dei nostri programmi e controllano l'attività nelle nostre catene di distribuzione nel mondo. Sappiamo che c'è ancora molto da fare e ci impegniamo ad ampliare continuamente i nostri punti di vista per comprendere meglio gli effetti potenziali del nostro business sui diritti umani.
  • Trasparenza e partecipazione degli stakeholder
    Ci impegniamo a promuovere le best practice di due diligence in materia di diritti umani in tutto il settore attraverso una maggiore comunicazione del nostro approccio e l'ampliamento della partecipazione dei nostri stakeholder. Ogni anno condividiamo pubblicamente le informazioni più aggiornate sui nostri programmi, comprese le partnership esterne con organizzazioni che condividono i nostri valori fondamentali dei diritti umani.

    Pubblichiamo una mappa della catena di distribuzione interattiva, che fornisce dettagli sui fornitori di abbigliamento, elettronica, alimentari, bevande e prodotti per la casa a marchio Amazon. Abbiamo ampliato la mappa nel 2020 per includere altre ubicazioni di stabilimenti, fornitori e categorie di prodotti e per fornire maggiori informazioni sui programmi di formazione completati dai singoli fornitori e dai dati sul genere, ove disponibili.

    Nel 2020 abbiamo divulgato altre informazioni sul nostro processo di valutazione dei fornitori e sui risultati della verifica, sul nostro approccio in merito alla partecipazione dei dipendenti e sugli obiettivi che ci siamo posti su argomenti quali la formazione sul lavoro forzato e l’empowerment femminile. In questo rapporto, forniamo un aggiornamento sui nostri obiettivi, i risultati della nostra mappatura per comprendere i nostri rischi importanti per i diritti umani, i risultati della valutazione dell'impatto sui diritti umani dei nostri dispositivi e quelli delle verifiche dei fornitori anno su anno. Eseguiamo report annuali in linea con il Reporting Framework sui Principi guida su imprese e diritti umani delle Nazioni Unite e aggiorniamo annualmente la nostra Dichiarazione sulla schiavitù moderna.
Politiche e norme di Amazon
Abbiamo stabilito degli standard molto elevati sia per noi sia per i nostri fornitori.
  • Dai dipendenti nei nostri centri logistici agli autisti che consegnano i pacchi ai nostri clienti, fino ai lavoratori delle fabbriche che realizzano i prodotti che vendiamo – sono essenziali per la nostra missione di essere l’azienda più attenta al cliente del mondo. Da molto tempo questi valori fanno parte della cultura di Amazon. Codificarli in un insieme di principi dei diritti umani dimostra la nostra attenzione nei confronti dei diritti umani fondamentali e della dignità dei lavoratori in ogni luogo del mondo nel quale operiamo. Ci impegniamo a integrare il rispetto dei diritti umani a ogni livello della nostra attività.
  • Le nostre Norme della Supply Chain descrivono nel dettaglio i requisiti e le aspettative per i nostri fornitori, le loro catene di distribuzione e i partner di vendita che offrono i loro prodotti nei nostri negozi. Sono basati su principi di inclusività, miglioramento continuo e affidabilità della catena di distribuzione. Collaboriamo con fornitori che sono impegnati sugli stessi principi: l'impegno dei fornitori in tal senso è la condizione per lavorare con noi.
Processi di gestione del rischio
In Amazon, ogni business impiega una serie di processi che ci aiutano a prendere in esame la nostra attività e a prendere decisioni in vari momenti dello sviluppo dei prodotti e durante le nostre attività quotidiane.
  • Nella nostra catena di distribuzione valutiamo e affrontiamo il rischio utilizzando dati interni ed esterni e indicazioni da parte degli stakeholder esterni, fra cui esperti del settore, gruppi della società civile e organizzazioni non governative. Ci avvaliamo ad esempio di auditor indipendenti che verificano la conformità alle nostre Norme della Supply Chain tramite regolari ispezioni in loco e colloqui confidenziali con i lavoratori.
  • Come molte aziende in settori simili, stiamo esplorando nuovi modi per promuovere miglioramenti per la protezione dei lavoratori, inclusi programmi di sviluppo delle capacità dei fornitori, formazione dei lavoratori, collaborazioni con altri brand e con la società civile. Attualmente stiamo investendo in programmi di sviluppo e formazione in cinque aree chiave.
  • All'interno delle nostre operazioni, abbiamo team impegnati a valutare e gestire il rischio per i nostri dipendenti. Questi team hanno l’obiettivo di stabilire una comunicazione aperta con i nostri dipendenti in tutto il mondo, fornire loro meccanismi di reclamo e canali per il dialogo con la leadership.
  • Siamo impegnati a costruire un luogo di lavoro basato su diversità e inclusione, in cui ogni dipendente si sente a proprio agio nel condividere il proprio punto di vista e ricevere supporto per la propria crescita professionale.
  • Inoltre siamo anche costantemente impegnati per mantenere la sicurezza dei nostri dipendenti sul posto di lavoro. Lavoriamo senza sosta per innovare e creare nuovi benchmark di settore per la salute e la sicurezza.
  • Programma di approvvigionamento responsabile
  • Impegni della catena di distribuzione
  • Coinvolgimente dei dipendenti
  • Diversità, equità e inclusione
  • Salute, sicurezza e benessere
Rischi salienti in merito ai diritti umani in Amazon
Le indicazioni fornite nei Principi guida su imprese e diritti umani delle Nazioni Unite raccomandano alle aziende di identificare i loro rischi salienti per i diritti umani come primo passo di una strategia globale di due diligence in materia di diritti umani. Dal 2020 collaboriamo con Article One Advisors, una società di consulenza sulla sostenibilità e sui diritti umani, per identificare i rischi importanti per i diritti umani nel nostro business. Nel condurre questa valutazione, abbiamo consultato un gruppo diversificato di esperti esterni di diritti umani e abbiamo inserito il loro feedback nei risultati. Abbiamo confrontato i risultati con gli standard dei diritti umani riconosciuti a livello internazionale. Questa valutazione ha identificato una serie di valori prioritari per i diritti umani e i rischi importanti per i diritti umani per Amazon. Le nostre politiche e i nostri programmi esistenti si occupano di molti di questi rischi, tuttavia, useremo i risultati della valutazione per migliorare la pratica attuale e dare la priorità ai nostri sforzi di due diligence sui diritti umani.
La nostra catena di distribuzione
Maggiori informazioni sulla nostra catena di distribuzione a livello globale.
Gli impianti qui riportati producono abbigliamento, elettronica e prodotti per la casa marchio Amazon. L’ultimo aggiornamento di questo elenco è del giugno 2021 ed è soggetto a modifiche; provvederemo a offrire aggiornamenti periodici. Clicca qui per accedere all’elenco dei nostri fornitori in formato CSV.

Sensibilizzazione sulla tratta di esseri umani

Amazon non tollera nelle proprie attività e nella propria catena di valore l'impiego, in qualsiasi forma, di lavoro minorile, lavoro forzato o tratta di esseri umani.
Abbiamo definito le componenti di questo impegno per combattere la tratta di esseri umani, chiamata anche "schiavitù moderna", nella nostra Dichiarazione annuale sulla schiavitù moderna, nelle Norme della Supply Chain e nei Principi globali dei diritti umani.

Stiamo accrescendo la consapevolezza in merito tramite la formazione dei lavoratori e le partnership. Il nostro programma di sensibilizzazione sulla tratta di esseri umani fornisce una formazione continua ai dipendenti di tutto il mondo per riconoscere gli indicatori di tale pratica e fare segnalazione alle autorità competenti in modo da mettere al primo posto gli interessi delle vittime. Per sviluppare la formazione, abbiamo utilizzato video e materiali della Gangmasters and Labour Abuse Authority (GLAA), un'agenzia pubblica del Regno Unito che si occupa di indagare sullo sfruttamento del lavoro. In caso di sospetta tratta di esseri umani, il nostro team per le attività di sicurezza a livello internazionale dispone di protocolli di risposta immediata, indipendentemente dall'area geografica in cui si verifica il problema.

Siamo anche uno degli sponsor aziendali ufficiali di Truckers Against Trafficking (TAT), un'organizzazione dedita alla lotta contro la tratta di esseri umani nel settore degli autotrasporti, e sono stati usati dei moduli didattici di TAT nella formazione degli autisti, al fine di insegnare a identificare potenziali vittime della tratta di esseri umani e a reagire adeguatamente. Al gennaio 2021, sono stati formati il 100% degli autisti nel mondo a riconoscere le potenziali vittime della tratta di esseri umani.

  • Dichiarazione sulla schiavitù moderna
    Amazon non tollera nelle proprie attività e nella propria catena di valore l'impiego, in qualsiasi forma, di lavoro minorile, lavoro forzato o tratta di esseri umani.
  • Amader Kotha: Worker Helpline logo on a white background.
    Amader Kotha: Worker Helpline logo on a white background.
    Amader Kotha
    In 2020, Amazon began working with the Amader Kotha Helpline, which provides workers with a mechanism to report and resolve safety and other concerns in the ready-made garment sector in Bangladesh. The Helpline was initially established as a project of the Alliance for Bangladesh Worker Safety following the Rana Plaza tragedy. In 2018, the Helpline became an independent initiative available to all garment workers with the support of factories and brands.
  • Logo of amfori, an Amazon Sustainability partner
    Logo of amfori, an Amazon Sustainability partner
    Amfori
    In 2018, Amazon became of a member of Amfori, a leading global business association for open and sustainable trade. Amfori brings together over 2,500 retailers, importers, brands, and associations from over 40 countries to drive social performance and improvements across global supply chains.
  • The words Better Buying in blue and green lay over an image of a globe in green on the left-hand side of the logo.
    The words Better Buying in blue and green lay over an image of a globe in green on the left-hand side of the logo.
    Better Buying
    In 2019, Amazon began partnering with the Better Buying Initiative as part of their commitment to reimagining supply chain sustainability and leveraging data to strengthen supplier-buyer partnerships by improving purchasing practices. Better Buying's cloud-based platform enables suppliers to anonymously rate the purchasing practices of their buyers, providing data-driven insights which can be used by retailers, brands, and suppliers to continuously improve purchasing practices, and achieve mutually beneficial sustainability outcomes.
  • Logo of BSR|HERproject, an Amazon Sustainability partner
    Logo of BSR|HERproject, an Amazon Sustainability partner
    BSR HERproject
    In 2019, Amazon began partnering with BSR's HERproject, an initiative that brings together global brands, their suppliers, and local partners to create and implement workplace-based interventions on health, financial inclusion, and gender equality. Through our partnership with HERproject, we engage suppliers in China, Bangladesh, Vietnam, and India. As of December 2021, we have reached nearly 12,000 women with HERproject programming, including training on health and financial skills, and building the capacity of workers and factory management to combat gender-based discrimination in the workplace.
  • Logo of BSR, an Amazon Sustainability partner
    Logo of BSR, an Amazon Sustainability partner
    Business for Social Responsibility
    Amazon is a member of the Business for Social Responsibility (BSR), an organization of sustainable business experts that works with its global network of leading companies to build a just and sustainable world. Amazon participates in BSR initiatives such as Future of Fuels (a collaboration with a mission to build demand and promote adoption of clean energy technology for trucking), Clean Cargo Working Group (an initiative to reduce the environmental impacts of global goods transportation), and Tech Against Trafficking (a coalition of technology companies collaborating with global experts to help eradicate human trafficking using technology).
  • Nest logo on white background.
    Nest logo on white background.
    Nest
    In 2020, Amazon partnered with Nest, a nonprofit supporting the growth and development of the artisan sector to build a world of greater gender equity and economic inclusion. Through programs that improve worker wellbeing for those working outside the four-walled factory, Nest is bringing radical transparency and opportunity to the informal handworker economy globally. Amazon is proud to serve on Nest’s Steering Committee.
  • On the left hand side, the lowercase letters P, P, A are overlapping to create a venn diagram in the colors magenta, orange, and yellow. The words Public-Private Alliance for Responsible Minerals Trade on the right hand side in magenta color.
    On the left hand side, the lowercase letters P, P, A are overlapping to create a venn diagram in the colors magenta, orange, and yellow. The words Public-Private Alliance for Responsible Minerals Trade on the right hand side in magenta color.
    Public-Private Alliance for Responsible Minerals Trade
    Amazon joined the Public-Private Alliance for Responsible Minerals Trade (PPA) in 2020. The PPA is a multi-sector initiative among leaders in civil society, government, and industry to support projects in the Democratic Republic of the Congo and the surrounding Great Lakes Region of Central Africa that improve the due diligence and governance systems needed for ethical supply chains. In 2021, Amazon will provide additional funding towards these efforts and participate in work groups devoted to enhancing local data collection.
  • Responsible Business Alliance: Advancing Sustainability Globally logo on white background.
    Responsible Business Alliance: Advancing Sustainability Globally logo on white background.
    Responsible Business Alliance
    Amazon is a member of the Responsible Business Alliance (RBA), a nonprofit coalition of companies committed to supporting the rights and wellbeing of workers and communities worldwide affected by global supply chains.
  • The Responsible Labor Initiative logo on a white background.
    The Responsible Labor Initiative logo on a white background.
    Responsible Labor Initiative
    Amazon is a member of the Responsible Labor Initiative (RLI), a multi-industry, multi-stakeholder initiative focused on ensuring that the rights of workers vulnerable to forced labor in global supply chains are consistently respected and promoted. The RLI is run by the Responsible Business Alliance and focuses on ensuring that the rights of workers vulnerable to forced labor in global supply chains are consistently respected and promoted.
  • Sedex | Member logo on a white background.
    Sedex | Member logo on a white background.
    Supplier Ethical Data Exchange
    Amazon is a member of Sedex, a global membership organisation that empowers companies to implement responsible business practices and policies in their business and supply chain to build responsible supply chains. Sedex provides businesses with the tools, technology and insights needed to operate ethically, source responsibly and work with their Suppliers to create fair working conditions for the people who make their products and services.
  • Logo of the Sustainable Apparel Coalition, an Amazon Sustainability partner
    Logo of the Sustainable Apparel Coalition, an Amazon Sustainability partner
    Sustainable Apparel Coalition
    Amazon joined the Sustainable Apparel Coalition (SAC), an industry-wide group of more than 250 leading apparel and footwear brands, retailers, manufacturers, non-governmental organizations, academic experts, and government organizations working to reduce the environmental and social impacts of apparel products around the world. We encourage our Amazon-branded suppliers to evaluate their practices using the Coalition’s Higg Index, a tool to help manufacturers measure the social and environmental performance of their facilities.
  • Tech Against Trafficking logo on a white background.
    Tech Against Trafficking logo on a white background.
    Tech Against Trafficking
    Tech Against Trafficking is a coalition of companies collaborating with global experts to help eradicate human trafficking using technology.
Ultime notizie
Scopri in che modo abbiamo impiegato la nostra dimensione e cultura dell’innovazione per costruire un futuro sostenibile.