Homepage
Persone Catena di distribuzione
Progressi nel 2020
Women in traditional apparel working at desktop computers
Women in traditional apparel working at desktop computers

Approvvigionamento responsabile: Progressi nel 2020

Nel 2020, abbiamo rivisto il nostro programma per rispondere alle crisi sociali ed economiche che i nostri fornitori e i loro lavoratori sono stati chiamati ad affrontare a causa della pandemia di COVID-19.
Sostegno ai lavoratori, ai fornitori e alle comunità durante la pandemia di COVID-19
Amazon si impegna a sostenere i propri fornitori, i loro lavoratori e le loro comunità colpite dalla pandemia di COVID-19. Indubbiamente, a causa della pandemia globale di COVID-19, il 2020 è stato un anno particolarmente difficile, perché i fornitori hanno dovuto far fronte a notevoli disagi della catena di distribuzione, alcuni lavoratori sono stati licenziati e le comunità hanno subito perdite inimmaginabili. Ci siamo messi subito al lavoro per affrontare queste sfide.
Abbiamo adattato la nostra due diligence: Nel 2020, abbiamo dovuto cambiare il nostro modo di valutare i fornitori. Date le restrizioni dovute al COVID-19, è stato molto più difficile condurre valutazioni sul posto. Abbiamo continuato a utilizzare gli audit tradizionali quando era sicuro farlo, ma quando è diventato difficile o impossibile farli sul posto a causa delle restrizioni di sicurezza, abbiamo adottato nuovi meccanismi per valutare il rischio, compresi i questionari di autovalutazione e la revisione dei documenti a distanza.
Abbiamo coinvolto i fornitori: Abbiamo sviluppato una guida e una formazione per i fornitori su come sostenere e proteggere i lavoratori durante la pandemia. Abbiamo istruito i manager sull'igiene del posto di lavoro e sull'uso corretto dei dispositivi di protezione individuale (DPI) per prevenire la diffusione del COVID-19. Abbiamo anche incoraggiato i fornitori a continuare a pagare i lavoratori durante le chiusure, riconoscendo gli straordinari sacrifici che i licenziamenti stanno facendo pesare sulla forza lavoro.
Abbiamo investito nei lavoratori: Nel 2020, abbiamo creato un fondo di 1,3 milioni di dollari per investire in organizzazioni che forniscono supporto essenziale in prima linea ai lavoratori colpiti dal COVID-19. Ad esempio, abbiamo sostenuto organizzazioni come l’International Organization for Migration (IOM) in Bangladesh per distribuire forniture mediche e risorse collegate alla pandemia di COVID-19 per medici, infermieri e personale sanitario impegnato in prima linea nel campo profughi più grande del mondo. Il contributo è servito a sostenere l'approvvigionamento di dispositivi di protezione individuale salvavita - circa 322.000 guanti, 16.000 camici e tute, 18.300 mascherine N95 e 119.000 visiere - per 23 strutture sanitarie gestite da IOM, che si occupano sia dei rifugiati che della popolazione delle comunità di accoglienza nella regione.
Abbiamo ascoltato i lavoratori: Abbiamo aumentato il nostro investimento in Amader Kotha, che significa "La nostra voce" in bengalese, una linea di assistenza che fornisce ai lavoratori del settore dell'abbigliamento prêt-à-porter in Bangladesh un modo sicuro ed efficace per segnalare e risolvere i problemi sul posto di lavoro. Nel 2020, abbiamo coinvolto 23 fornitori di Amazon al programma di Amader Kotha. Per ogni telefonata dei lavoratori, la linea di assistenza segue un protocollo specifico per affrontare il problema segnalato fino a quando non viene risolto con il loro datore di lavoro. Ad esempio, nel dicembre 2020 Amader Kotha ha ricevuto una chiamata da un lavoratore impiegato presso uno dei nostri fornitori del Bangladesh. Il lavoratore ha denunciato abusi verbali e fisici e il licenziamento ritorsivo quando si è rifiutato di fare lo straordinario dopo il normale orario di lavoro. Amader Kotha ha contattato immediatamente il team di conformità del fornitore per indagare sul problema. Come risultato, il fornitore ha assunto nuovamente il lavoratore leso e licenziato i due dipendenti che si erano approfittati di lui. Nel 2021, coinvolgeremo altri fornitori Amazon in Amader Kotha e avvieremo la formazione dei lavoratori su come utilizzare questa risorsa.
Ci siamo impegnati in pratiche di acquisto responsabile e abbiamo imparato l'impatto sui lavoratori: Dall'inizio della pandemia di COVID-19, Amazon ha evaso tutti gli ordini ai nostri fornitori nel mondo dalle nostre aziende di abbigliamento a marchio privato statunitensi ed europee. Abbiamo anche collaborato con Better Buying, un'iniziativa che lavora per migliorare le pratiche di acquisto nelle catene di distribuzione globali, per condurre un questionario tra i nostri fornitori in Vietnam e i loro lavoratori sugli impatti delle nostre pratiche durante il COVID-19. Abbiamo ricevuto più di 1.300 risposte, in cui i lavoratori segnalavano che le loro preoccupazioni principali erano l’instabilità delle loro finanze personali dovuta all'incertezza dell’attività durante la pandemia di COVID-19, i cambiamenti agli ordini previsti e la sicurezza in fabbrica per le pressioni sulla data di spedizione. I fornitori hanno espresso un feedback positivo su diversi aspetti delle nostre pratiche, tra cui la nostra maggiore comunicazione durante il COVID-19, le decisioni di onorare gli ordini e la flessibilità sui tempi di consegna.
Sostegno ai lavoratori durante la pandemia di COVID-19
  • 1,3 milioni di dollari
    Amazon si impegna a sostenere i propri fornitori, i loro lavoratori e le loro comunità colpite dalla pandemia di COVID-19. Nel 2020, abbiamo creato un fondo di 1,3 milioni di dollari per investire in organizzazioni che forniscono supporto essenziale in prima linea ai lavoratori colpiti dal COVID-19.

Case Study: Sostegno della salute e sicurezza dei lavoratori con Swasti

La salute e la sicurezza sono sempre state al centro del nostro programma di approvvigionamento responsabile e il COVID-19 ha dimostrato l'importanza degli standard di salute e sicurezza nella protezione del benessere dei lavoratori.

Allo scoppio della pandemia di COVID-19, Amazon ha collaborato con Swasti, un’organizzazione no profit impegnata a garantire l'accesso a un'assistenza sanitaria di qualità per i lavoratori delle comunità emarginate. Swasti ha adattato il suo programma di well-being per fornire supporto ai lavoratori delle fabbriche colpite dal COVID-19. Con il nostro supporto, Swasti ha istituito una helpline per i lavoratori, sviluppato protocolli sanitari per il ritorno in sicurezza al lavoro e fornito supporto critico per la salute mentale, l'assistenza sanitaria e i diritti sociali dei lavoratori, delle loro famiglie e comunità. Swasti ha formato team di risposta dei lavoratori sulla prevenzione e la gestione del COVID-19; i team hanno istruito altri lavoratori mostrando video in fabbrica e pubblicando informazioni essenziali sulla salute. Swasti ha anche fornito assistenza sanitaria a distanza, mettendosi in contatto con i lavoratori e i loro familiari per identificare i rischi di COVID-19 e fornire supporto medico. Inoltre, quando Swasti identificava una carenza di cibo legata alla pandemia in un sito del programma, provvedeva a distribuire generi alimentari ai dipendenti che ne avevano bisogno.

Oltre al lavoro specifico sul COVID-19, Swasti fornisce ai lavoratori anche assistenza sanitaria di base e programmi sull'equità di genere, sull'inclusione finanziaria e sul rafforzamento dei comitati dei lavoratori nei siti per promuovere migliori canali di comunicazione tra il management e i lavoratori.

A smiling woman with woven baskets places them into a cardboard box.

Tracciabilità delle merci
Nel 2020, abbiamo continuato a mappare i livelli più profondi delle nostre catene di distribuzione di prodotti a marchio Amazon per identificare i rischi materiali più importanti. Le catene di distribuzione delle merci sono complesse e frammentate e una loro migliore visibilità permette alle aziende di identificare le violazioni dei diritti umani e del lavoro e di attribuire la responsabilità ai fornitori.
  • Ci siamo concentrati sul cotone
    Nel 2020, abbiamo rafforzato le nostre azioni sul cotone. Amazon ha aderito, assieme ad altri marchi, al Retailer and Brand Advisory Panel on Traceability della Better Cotton Initiative (BCI). Nel 2021, Amazon sta sponsorizzando e partecipando all'iniziativa RSN YESS: Yarn Ethically & Sustainably Sourced. YESS lavora per affrontare il problema del lavoro forzato nella catena del valore del cotone fornendo formazione e gestione della valutazione di filande e fabbriche di tessuti per identificare e affrontare i problemi del lavoro forzato nella produzione di cotone.
  • Ci siamo concentrati sui minerali
    Nel 2020, siamo diventati membri della Public-Private Alliance for the Responsible Minerals Trade (PPA) e abbiamo esteso la nostra partecipazione alla Responsible Minerals Initiative (RMI). Ci siamo impegnati a sostenere gli sforzi sul campo della PPA per promuovere il commercio responsabile e siamo diventati membri attivi dei gruppi di lavoro della RMI sulla due diligence Smelter Engagement and Cobalt.

Case Study: Supporto degli artigiani durante il COVID-19

Nel 2020, Amazon ha collaborato con Nest, un’organizzazione senza scopo di lucro che sostiene la crescita e lo sviluppo del settore artigianale a livello globale per costruire un mondo con maggiore equità di genere e inclusione economica. Abbiamo supportato l'iniziativa di Nest per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale, un programma che ha previsto l’acquisto da produttori e imprese artigiane di oltre 200.000 mascherine da consegnare ai lavoratori in prima linea. Nel 2020, questo programma ha fornito oltre 500.000 di dollari di sostegno economico a 57 imprese che danno lavoro a 10.510 artigiani qualificati.

Abbiamo collaborato con Nest anche per fornire più di 100 sovvenzioni economiche in risposta a COVID-19 a imprese artigiane di tutto il mondo. Ad esempio, Nest ha fornito una sovvenzione a Indego Africa, un'organizzazione che offre agli artigiani un mercato globale per i loro prodotti fatti a mano e opportunità educative per le imprese gestite da donne in Africa. Sapna Shah, Director of Brand and Operating Strategy di Indego Africa, ha dichiarato che grazie a questo finanziamento, Indego Africa è riuscita a fornire ingenti ordini di acquisto ai partner artigiani dell'azienda per i loro prodotti fatti a mano, proteggendoli dalle difficoltà economiche dovute a COVID-19. Amazon Handmade, vetrina del nostro negozio online specializzata in prodotti fatti a mano, ha lanciato un programma per mettere in evidenza il lavoro delle imprese artigiane Nest, tra cui Indego Africa, fornendo accesso a opportunità di vendita e di crescita.

Come parte del suo programma di sovvenzioni, Nest ha sostenuto anche una Digital Marketing Fellowship per Kay Kay's Fashion, un'azienda di accessori per capelli di proprietà di donne di colore a Southfield, Michigan. Quando ha fatto domanda per il programma, l'imprenditrice Kelechi Uchendu aveva descritto con queste parole la sua necessità: "rafforzare il DNA del mio marchio e lavorare per aumentare le vendite B2C, ai consumatori.” Nest ha affiancato a Uchendu un marketer esperto di marketing integrato e brand strategist con 10 anni di esperienza nell'e-commerce. Assieme, hanno sviluppato un piano che ha portato all’aggiornamento del linguaggio per il sito Web aziendale di Uchendu, a una presentazione del brand che potrebbe usare per scopi di marketing e a strumenti per aiutare Kay Kay's Fashion ad avere una maggiore presenza online. Uchendu ha dichiarato: “Ho imparato tantissime cose. Una delle cose più importanti che ho imparato è stato come promuovere correttamente la mia azienda e come mettere ordine nel mio sito Web per mettere in risalto il mio brand.”

Nest ha distribuito un’altra Digital Marketing Fellowship a una piccola impresa di proprietà di una donna, Espacio Handmade, di Austin, Texas, specializzata in articoli in pelle provenienti e realizzati negli Stati Uniti. Nest ha affiancato alla proprietaria dell'azienda, Katrina Marhefka, un'agenzia di marketing digitale professionale che l'ha aiutata a lanciare una campagna di e-mail marketing di successo. Marhefka è un capo d’azienda e una produttrice che è orgogliosa di assumere donne. “La lavorazione della pelle è vista come un'abilità dominata dagli uomini. Ora non è più così!”, ha dichiarato. La partecipazione di Marhefka alla Fellowship l'ha aiutata a sviluppare dei sistemi e a identificare opportunità commerciali.

Ultime notizie
Scopri in che modo abbiamo impiegato la nostra dimensione e cultura dell’innovazione per costruire un futuro sostenibile.