Riduzione dei rifiuti di imballaggio

Le preferenze dei nostri clienti vanno a imballaggi riciclabili di dimensioni appropriate, che riducono i rifiuti assicurando al contempo una consegna priva di danni. Siamo impegnati nel reinventare e semplificare le opzioni di imballaggio sostenibili, adottando un approccio scientifico che prevede test di laboratorio, machine learning, scienza dei materiali e partnership con i produttori così da estendere a tutta la catena di distribuzione dell’imballaggio il cambiamento verso la sostenibilità.

Iniziative per gli imballaggi sostenibili
Le nostre iniziative per gli imballaggi sostenibili riducono i rifiuti e facilitano per i clienti il disimballaggio dei prodotti. Fin dal 2008, iniziative come gli imballaggi Frustration-Free di Amazon hanno eliminato oltre 665.000 tonnellate di materiali di imballaggio (più di 1,18 miliardi di imballi di spedizione) promuovendo l’uso di imballaggi riciclabili di semplice apertura e spedendo i prodotti direttamente nella propria confezione, senza utilizzare imballi di spedizione aggiuntivi.

Per certificare che i prodotti siano adatti agli imballaggi Frustration-Free di Amazon, collaboriamo con produttori in tutto il mondo, aiutandoli a innovare e a migliorare la funzionalità degli imballaggi. Attraverso test sui prodotti condotti in un laboratorio all’avanguardia dedicato con sede a Seattle e nei nostri centri logistici in tutto il mondo, siamo in grado di individuare quali specifiche azioni possono intraprendere i produttori per migliorare i propri imballaggi, così da assicurare che i prodotti siano protetti lungo tutto il percorso, fino all’arrivo a destinazione presso il cliente.

Abbiamo iniziato da 19 prodotti racchiusi in custodie di plastica rigida note come “clamshell”, fissati tramite fil di ferro rivestito di plastica, il cui uso è ampiamente diffuso nell’imballaggio di beni di consumo. Oggi, sono oltre 1,3 milioni i prodotti che rispondono ai requisiti degli imballaggi FrustrationFree, come il rasoio Philips Norelco OneBlade, per il quale l’attuale imballaggio occupa un volume inferiore dell’80% rispetto a quello originario

Uso del machine learning per l’ottimizzazione degli imballaggi
Che dimensioni deve avere l’imballo di un determinato prodotto? È davvero necessaria una scatola Amazon? Per comprendere meglio le risposte a domande di questo genere, usiamo degli algoritmi di machine learning, che ci consentono di scegliere le migliori opzioni di imballaggio per le spedizioni. Questo comporta l’identificazione di quali siano i prodotti adatti alle buste e, per gli articoli di dimensioni più contenute, l’uso di un contenitore per spedizioni postali al posto di una scatola. Le buste usano meno materiale rispetto alle scatole equivalenti, hanno un peso inferiore e la loro spedizione risulta più efficiente: una pur piccola riduzione delle emissioni di carbonio si traduce in un impatto molto importante sul complesso della nostra rete.

Nei casi in cui sia necessaria la protezione offerta da una scatola, alcuni algoritmi ci aiutano a ottimizzare continuamente la scelta delle scatole più adatte ai prodotti presenti nel nostro catalogo in continua evoluzione. Tramite l’ingegneria assistita dal computer riprogettiamo le scatole in modo da impiegare meno materiale, assicurandoci al contempo che gli ordini dei clienti risultino protetti.

Questi miglioramenti contribuiscono a limitare il volume di ogni spedizione, il che si traduce in una riduzione degli imballi non indispensabili e in un utilizzo più efficiente di ogni forma di trasporto.

Buste riciclabili
Nel 2018 abbiamo lanciato una busta riciclabile imbottita costituita da quattro strati di carta e da un materiale di riempimento a base d’acqua che protegge i prodotti durante la spedizione, assicurando che la consegna al cliente avvenga senza danni in un imballaggio sostenibile. Il materiale di riempimento, realizzato con componenti che si trovano normalmente nella colla utilizzata per creare il cartone, è stato specificamente progettato perché si separi facilmente dalla carta, in modo del tutto analogo a quello utilizzato nel processo di riciclaggio della carta per separare l’inchiostro e altri tipi di rivestimento.

Coinvolgimento di fornitori e industria
Collaboriamo con i marchi più diffusi per inventare nuovi imballaggi che riducano i rifiuti nell’e-commerce; i fornitori hanno lavorato al miglioramento degli imballaggi per fare in modo che i prodotti possano essere spediti direttamente nel proprio contenitore. Il produttore di giocattoli Hasbro, per esempio, ha riprogettato l’imballaggio di uno dei suoi giochi più diffusi, Baby Alive, riducendo di oltre la metà sia la quantità di materiale utilizzato sia il volume totale. L’azienda di alimenti per animali Hill’s Pet Nutrition ha rielaborato il proprio imballaggio per ridurre la probabilità che, durante la spedizione, i sacchetti di croccantini possano rompersi e perdere; l’imballaggio riprogettato è stato convalidato dai test condotti da Amazon.

Lavoriamo in tutto il settore dell’imballaggio, utilizzando nuovi metodi di analisi e di test, nuovi materiali e nuovi sistemi per la realizzazione di confezioni che proteggono i prodotti dei clienti. Per esempio, insieme ai fornitori di imballaggi abbiamo sviluppato soluzioni per i sistemi di erogazione dei liquidi degli articoli di difficile spedizione, come i prodotti per le pulizie domestiche e quelli per la cura della persona, evitando le perdite e la necessità di imballaggi aggiuntivi necessari nel caso che queste si verifichino.

Amazon è uno dei membri della Sustainable Packaging Coalition (SPC), un gruppo di lavoro dell'industria dedicato a costruire una visione ambientale più solida per gli imballaggi. SPC si avvale di un forte sostegno dei membri, di un approccio informato e scientifico, di collaborazioni con la catena di distribuzione e di una continua sensibilizzazione per progettare sistemi di imballaggio che favoriscano un flusso di materiali sostenibile. Amazon è inoltre entrata a far parte della International Safe Transit Association (ISTA), un'organizzazione che si occupa in particolare delle problematiche degli imballaggi per il trasporto. ISTA è un'associazione non a scopo di lucro, guidata dai membri, che stabilisce gli standard per l'ottimizzazione delle risorse negli imballaggi, progettati per essere protettivi, sostenibili ed efficaci.

Ultime notizie
Scopri in che modo abbiamo impiegato la nostra dimensione e cultura dell’innovazione per costruire un futuro sostenibile.
  • Emanuela Pieretto, assistente del General Manager nel centro di distribuzione Amazon di Passo Corese, racconta come i dipendenti del magazzino nel reatino hanno accolto l’iniziativa volta a sensibilizzare tutti sui temi della sostenibilità, del riciclo e della difesa dell’ambiente
  • Shipment Zero è la visione di Amazon per la carbon neutrality, con l’obiettivo di abbattere del 50% le emissioni di CO2 prodotte dalle nostre spedizioni entro il 2030.
  • In Amazon, ci impegniamo e investiamo nella sostenibilità perché è una vittoria assoluta e vantaggiosa per tutti. È positiva per gli affari, per il pianeta, per i clienti e per le comunità.