Chiudere il cerchio sui rifiuti

In Amazon lavoriamo costantemente per eliminare i rifiuti nelle nostre operazioni di vendita al dettaglio, per la nostra attività e per i nostri clienti. Ridurre gli imballaggi è solo una parte di questo impegno: abbiamo la visione di un mondo in cui i clienti possano godersi i prodotti per la loro intera vita utile e al termine di questa riciclarli, in modo che i materiali di cui sono composti possano essere trasformati in nuovi prodotti. Un'economia circolare che incoraggi il riutilizzo, la riparazione e il riciclo. Dalle donazioni ai programmi per il riciclo, stiamo costruendo strategie volte a inviare meno materiali alle discariche e riutilizzarli in un circuito di economia circolare.

Riciclo
Allo scopo di ridurre la propria impronta ecologica, Amazon si sta impegnando per riciclare i materiali più "difficili" utilizzati durante le operazioni, contribuendo così a supportare il settore del riciclo.

Nel 2019 abbiamo condotto un progetto pilota nei nostri centri logistici per il riciclo delle pellicole di plastica. Invece di concentrarci sulla pellicola di maggior valore, il film trasparente che avvolge i pallet, abbiamo contribuito a sviluppare una tecnologia che permette di separare i diversi tipi di pellicole di plastica flessibile.

Grazie al successo del progetto pilota, nel 2020 vogliamo incrementare drasticamente questo programma iniziando con oltre 50 centri logistici della nostra rete in ogni area degli Stati Uniti, per poi espanderlo ulteriormente. Tramite questo programma prevediamo di riciclare oltre 7.000 tonnellate di pellicole di plastica ogni anno, oltre alle 1.500 tonnellate di rifiuti plastici che vengono riciclati annualmente in Europa.

Questo è solo uno dei modi con cui Amazon ha chiuso il cerchio sulla plastica e altri materiali di rifiuto. Per esempio, nel Regno Unito stiamo raccogliendo il film protettivo in silicone dalle etichette di spedizione e nel 2019 contiamo di convertire 250 tonnellate di questa pellicola in lettiere per animali. Stiamo passando in rassegna il nostro intero ciclo operativo per incorporare un quantitativo ancora maggiore della nostra plastica riciclata in prodotti, imballaggi e operazioni.

Amazon Second Chance
Amazon Second Chance offre informazioni sul servizio trade-in, riciclare o riparare dispositivi o prodotti Amazon, su come riciclare gli imballaggi Amazon e su come trovare dispositivi a scatola aperta e ricondizionati. I clienti possono visitare Second Chance per scoprire e confrontare programmi che contribuiscono a eliminare gli sprechi e donare una seconda vita ai prodotti.

I clienti che desiderano smaltire in modo responsabile le apparecchiature elettroniche con marchio RAEE possono trovare i programmi locali per il riciclo di numerose apparecchiature e relativi accessori.

Amazon fornisce anche numerose opzioni per acquistare a un ottimo prezzo articoli a scatola aperta o usati. Amazon Warehouse, un negozio online che consente ottimi affari su prodotti usati di qualità, inclusi mobili, giocattoli, strumenti musicali, attrezzature da cucina, abbigliamento e altro ancora, dispone di una procedura di ispezione approfondita che permette di rivendere il maggior numero possibile di articoli usati restituiti anziché inviarli alle discariche. Amazon Renewed offre prodotti ricondizionati, usati e a scatola aperta, quali PC, laptop, smartphone, tablet, videocamere, dispositivi audio, elettrodomestici e altro ancora. Inoltre, I dispositivi ricondizionati certificati sono stati ricondizionati, testati e certificati internamente da Amazon, a garanzia che il loro aspetto e funzionamento siano pari al nuovo. Tutti questi programmi riducono i rifiuti e incoraggiano il riutilizzo consentendo a prodotti di qualità di tornare nelle mani dei clienti invece di finire in discarica.

Aiutare i clienti a smaltire responsabilmente gli imballaggi Amazon è un altro componente chiave di Second Chance. I clienti possono vedere i diversi tipi di imballaggi Amazon e trovare le istruzioni su come e dove smaltire i materiali.

Donazioni
Grazie alla rete logistica e ai servizi di consegna, i clienti Amazon possono usufruire delle modalità di acquisto più consone alle proprie abitudini, migliorando la qualità della loro vita impegnata.

Lavoriamo continuamente a iniziative che minimizzano la quantità di prodotti, alimentari e non, destinati alle discariche. Negli ultimi anni, i nostri centri logistici hanno aiutato le comunità locali donando generi alimentari e non alimentari a centinaia di banchi alimentari e associazioni non a scopo di lucro. Amazon ha lanciato iniziative in collaborazione con Feeding America e Good360 volte a donare questi beni, accertandosi che i prodotti giungano direttamente alle comunità bisognose.

Tramite il suo programma per le donazioni, nel 2018 Amazon e Whole Food Market hanno offerto 23 milioni di pasti a Feeding America, oltre ad attrezzature e forniture varie a Good360 e altre organizzazioni non a scopo di lucro. Amazon desidera partecipare attivamente alle proprie comunità locali, e le donazioni sono uno dei modi per farlo.

In diversi paesi d'Europa collaboriamo con i banchi alimentari e gli enti di beneficenza non alimentari locali per donare prodotti alle comunità bisognose. Dal 2015 Amazon collabora con il Banco Alimentare in Italia donando le eccedenze alimentari dai Centri di distribuzione di Castel San Giovanni, Passo Corese e Torrazza Piemonte oltre che da quello urbano di Prime Now di Milano. Fra le altre cose, dal 2013 Amazon collabora e supporta, in qualità di partner fondatore, Innatura, un’associazione tedesca non a scopo di lucro che funge da intermediario con le organizzazioni di beneficenza per le donazioni in natura. Tramite questa collaborazione, oltre 1.000 enti di beneficenza hanno ricevuto donazioni di Amazon, consentendo di aiutare circa 450.000 persone bisognose. Tra le altre cose, le donazioni comprendono giocattoli, abbigliamento e articoli per la salute e la cura della persona. Inoltre, collaboriamo anche con In Kind Direct, un ente di beneficenza nazionale del Regno Unito che gestisce le donazioni di prodotti in eccedenza che vengono distribuiti a enti di beneficenza di tutto il paese. Grazie alla collaborazione con In Kind Direct abbiamo donato oltre 210.000 prodotti per un valore di oltre 5,7 milioni di sterline (7 milioni di dollari), e nel solo 2018 abbiamo donato 40.000 prodotti per un valore di 2 milioni di sterline (1,4 milioni di dollari) a oltre 1.800 enti di beneficenza e organizzazioni di volontariato in tutto il Regno Unito. Infine, nel 2019 abbiamo lanciato Donazioni di Logistica di Amazon, un programma con il quale prodotti idonei in eccedenza e resi dai venditori che utilizzano Logistica di Amazon verranno messi a disposizione di organizzazioni di beneficenza statunitensi e britanniche.

Ultime notizie
Scopri in che modo abbiamo impiegato la nostra dimensione e cultura dell’innovazione per costruire un futuro sostenibile.
  • Emanuela Pieretto, assistente del General Manager nel centro di distribuzione Amazon di Passo Corese, racconta come i dipendenti del magazzino nel reatino hanno accolto l’iniziativa volta a sensibilizzare tutti sui temi della sostenibilità, del riciclo e della difesa dell’ambiente
  • Shipment Zero è la visione di Amazon per la carbon neutrality, con l’obiettivo di abbattere del 50% le emissioni di CO2 prodotte dalle nostre spedizioni entro il 2030.
  • In Amazon, ci impegniamo e investiamo nella sostenibilità perché è una vittoria assoluta e vantaggiosa per tutti. È positiva per gli affari, per il pianeta, per i clienti e per le comunità.